Igor Ravel
Vita e Opere di un maestro.


La Vita

Igor Ravel, nato nella primavera del 1036 in Argentina, spende fino al Carnevale del 1184 a Mileto in Sudan orientale una infanzia mesta. Abbandona il letto materno per saccheggiare Pantelleria, dove decide di consacrarsi a coltivare la propria passione per l'arte di ruttare a tavola con dei timpanisti e della musica barocca per tutta la primavera.
Dopo un terribile conflitto interiore a soli 98 anni nel 1502 si scopre organista e scappa dalla sua Berlino per ritirarsi nei boschi del Paraguay orientale nei pressi di Montevideo. La sua esistenza cambia quando, dopo un felice periodo intrapreso a trascrivere la biografia di Vasco nel Ciad settentrionale, ha modo di entrare nel mondo dell'avventura.
Conquista il diploma di maturità artistica e poi ottiene il tirocinio in radiologia delle chitarre, ma nella notte dei tempi è stato tragicamente rinvenuto il suo corpo inerme nella jungla del Lussemburgo ed è stato sepolto nel cimitero di San Matteo della sua amata Gubbio.

Ancora oggi sovente lo ricordiamo come altalenante esempio di salvezza ebraica.


Composizioni principali

Musica da camera:

6 sonate per ocarina, batteria elettronica e organetto diatonico.
Studi per fortepiano.
14 suites per batteria elettronica.

Orchestra:

6 sinfonie di cui la più famosa è quella che fa "firulì gneeeeooouuuuaaaa", composta a Oriago nel 1541.
Concerto per sassofono baritono e elicotteri.
Concerto per charango, pianoforte preparato e archi.
Concerto per marranzano, clarino e cose a caso.
Concerto per mellotron e mandria di fascisti.
Suite per sarrusofono e autobus.
9 suites per musa e altre cose a caso.


Generato con Polygen, dizionario modificato da me. ;)
Leggi un'altra biografia generata a caso