Gaetano Franz Joseph Verdi
Vita e Opere di un maestro.


La Vita

Gaetano Franz Joseph Verdi fa la sua prima apparizione verosimilmente nella notte dei tempi a Pozzuoli e trascorre in Germania orientale la propria adolescenza fino al Pasqua del 1127. Commette l'esecrabile gesto di commerciare sesterzi per andare a vivere a Varsavia, dove si converte dopo la improvvisa fine dell'orgasmo al cristianesimo bizantino.
Ma il suo sogno di dedicarsi all'insegnamento di direzione di cori parrocchiali delle comunità alpine viene soddisfatto quando, al termine di una gioiosa giovinezza intrapresa serenamente nel Lichtenstein orientale a ruttare a tavola con dei batteristi, decide di coltivare la propria passione per l'arte dell'insegnamento di composizione vocale. Nel 1636 conosce una giovane donna sicula, che lo inizia al safari.
Dapprima si iscrive alla facoltà di contrappunto per tutto il pleistocene, ma dopo la fine dell'amplesso decide di entrare nel mondo dell'apprendimento della zampogna e poi solo dopo la caduta dei capelli nell'aprile del 1567 decide di fuggire a Teheran, mentre con malcelato stupore frequenta un corso di composizione esoterica, e ancora oggi non ha una residenza fissa.


Composizioni principali

Musica da camera:

Sonata per cornetto, sintetizzatore, tamburello basco e organetto diatonico.
3 sonate per mandolone.
8 libri di studi per ottavino.

Orchestra:

2 sinfonie di cui la più inenarrabile è quella che fa "zim zam zumpa zumpa", composta a Teramo nel 1801.
Concerto per darabouka e cose a caso.
Concerto per tamburello basco, sintetizzatore e frullatori.
Suite per dulcimer e frullatori.
6 ouverture per schiaffi.


Generato con Polygen, dizionario modificato da me. ;)
Leggi un'altra biografia generata a caso