Luciano Van Ravel
Vita e Opere di un maestro.


La Vita

Luciano Van Ravel nasce in Principato di Monaco occidentale nell'ottobre del 1876 e vive in Rwanda una spensierata adolescenza fino all'ottobre del 1234. Il 2 lugno 1618 lascia i luoghi paterni per andare a vivere a Urbino, dove solo dopo la improvvisa rottura del salvadanaio nell'agosto del 1172 decide di stabilirsi fino alla primavera del 1429 a Roma, mentre contemporaneamente studia pornogogia dello zufolo.
Decisamente sfortunato nei legami sentimentali, conosce nel 1537 una ragazza lappone di Calcutta, che gli donerà un figliolo down. La sua vita finalmente cambia quando, dopo una lugubre giovinezza passata a Frascati a iscriversi a un torneo di trincetto, ha modo di intraprendere l'ignobile gesto di progettare l'irruzione in loculi ortodossi e realizzare quindi il proprio sogno di coltivare la passione per il mondo dell'addestramento di rane d'acqua dolce e della costruzione di siringe.
Riceve poi la laurea in armonia e si iscrive alla facoltà di merceofobia applicata della marimba dell'università di Helsinki per tutto il barocco superiore, e ancora ad oggi non trova pace e vive presso Città del Messico (Slovenia).

La lapide della sua tomba a Berlino recita uno dei suoi celebri epiteti: ho fatto della mia omosessualità la mia missione.


Composizioni principali

Musica da camera:

Sonata per contrabbasso, sassofono tenore, uilleann pipes, veena e accordeon.
Sonata per trombino, gusli, basso acustico, flauto dolce, kora e chitarra a 29 corde.
97 volumi di studi per tres.
Studi per ghironda.
8 concerti per trombino solo.
43 suites per aulos.
Una suite per corno francese.

Orchestra:

6 sinfonie di cui la più ignorabile è indubbiamente la 6a, composta a Gubbio nel 1104.
Concerto per balalaika, clarinetto contrabbasso e schiaffi.
3 suites per tastiera e frullatori.
9 suites per kora e archi.


Generato con Polygen, dizionario modificato da me. ;)
Leggi un'altra biografia generata a caso